Inserisci la tua mail qui sotto per accedere GRATIS al Video

Privacy - In Conformità alla legge D.Lgs. n.679/2016 i Tuoi dati non saranno MAI ceduti a terzi. ODIAMO LO SPAM QUANTO TE! 

Il Blog di Escapologia Fiscale

5 miti (sfatati) sulle tasse in Italia

5 miti (sfatati) sulle tasse in Italia

Se tutti in Italia pagassero le tasse, pagheremmo tutti di meno? E la pressione fiscale italiana è davvero la più alta del mondo? Ed è vero che gli italiani non vogliono pagare tasse per una questione culturale?


Questi sono alcuni “miti” che senti spesso dire relativamente alle tasse in Italia.
Ma sono affermazioni vere o sono appunto solo miti?


A fare chiarezza su questi argomenti ci pensa lo studio “La rinuncia dei redditi. Come resistere alla pressione fiscale” presentato martedì 13 giugno alle ore 11.30 a Roma, presso la Sala Nassyria di Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica.

 

L’evento è stato realizzato dalla rivista mensile Economy e dall’Istituto di ricerca Index Research.  

 

È stata un’occasione unica nel suo genere rivolta all’analisi dell’eccessiva pressione fiscale che attanaglia le “Partite IVA” e i piccoli e medi imprenditori in Italia sino alla disamina delle soluzioni più idonee attraverso cui favorire l’alleggerimento del peso del Fisco sulle imprese.

 

Al dibattito hanno partecipato l’Onorevole Daniele Capezzone, il Senatore Aldo Di Biagio, il Direttore di Economy Sergio Luciano ed io, Gianluca Massini Rosati, il fondatore di Escapologia Fiscale. A introdurre e moderare il dibattito è stato invece il giornalista Luca Telese.


In quest’articolo scoprirai tutti i dettagli di questo fantastico report presentato (scaricalo gratis da qui) in Senato e altri 5 miti sulle tasse.

 

Mito 1: In Italia se tutti pagassero le tasse, si pagherebbero meno tasse

“Pagare tutti per pagare meno"

Questo mantra fiscale che viene costantemente ripetuto non solo dagli organi dello Stato, ma anche dalle persone e magari dai tuoi amici mostra di essere un mito.

I dati infatti dicono che le entrate fiscali aumentano in modo costante, ma la spesa pubblica cresce in modo proporzionale come vedi dal grafico qui sotto.

La cosa interessante da notare è l'aumento delle entrate fiscali anche negli ultimi anni dove non c'è stata sostanzialmente aumento del PIL. Questo è il risultato dei successi dell'Agenzia delle Entrate nella lotta all'evasione degli ultimi anni. E il risultato è la crisi economica che si vive in Italia da quasi 10 anni.

Per cui non è vero che se diminuisse l'evasione diminuirebbe il fabbisogno dello Stato e quindi le tasse. È il primo mito delle tasse in Italia (a dire il vero questa situazione si ripete in tutto il mondo). Approfondisci scaricando il report qui.

Ma allora in Italia si evade perché c'è la pressione fiscale più elevata?

 

Mito 2: In Italia c'è la pressione fiscale più elevata

Negli ultimi anni, la pressione fiscale in Italia è aumentata più che in qualsiasi altro paese della UE.

 

Infatti se guardiamo il grafico qui sotto vediamo che nel 2005 fa la differenza tra quanto pagava un contribuente italiano e un contribuente europeo era di 127 euro, nel 2010 era passata a 895 euro e nel 2015 era a 946 euro.

 

Screen Shot 2017-06-27 at 16.44.46.png

Tuttavia, l'Italia non è il paese in Europa dove si pagano più tasse. Una primo grafico mostra a confronto le tassazioni dei paesi UE e mostra Francia e Finlandia con una tassazione più elevata.

 Screen Shot 2017-06-27 at 16.50.49.png

Ma non è tutto. Anche paesi UE con una tassazione più bassa di quella italiana, come Austria e Belgio, pagano più di un contribuente italiano

Screen Shot 2017-06-27 at 16.47.17.png

Quindi l'idea che l'Italia sia il paese che evade perché ha la tassazione più elevata è appunto un altro mito. Se vuoi maggiori dettagli, scarica qui il report presentato in Senato.

Ma torniamo a parlare di evasione fiscale: l'Italia è il paese in cui si evade di più?

 

Mito 3: L'Italia è il paese in cui si evade di più

Lo svelo subito: non è l'Italia il paese in cui si evade di più. E qual è allora?

Gli USA.

In realtà questo dato è fuorviante: è vero che gli USA sono al primo posto nel mondo per evasione in termini assoluti, ma è perché hanno un economia molto più grande delle altre nazioni tra le prime 10 per evasione fiscale.

 

 

Screen Shot 2017-06-27 at 16.07.29.png

Anzi, si vede da questa tabella che gli USA sono piuttosto virtuosi nel pagare le tasse: 8,6% di evasione contro il 27% dell'Italia.

Che arriva alla medaglia di bronzo, dietro un Brasile al secondo posto con una propensione all'evasione del 50% superiore alla nostra in termini percentuali (39%). Per non parlare dei russi con una propensione a evadere quasi doppia rispetto a noi italiani (43.8%).

Siamo almeno gli evasori N.1 in Europa?

No, Greci e Polacchi fanno peggio di noi in percentuale.

 

 

Screen Shot 2017-06-27 at 17.05.04.png

Quindi che gli italiani siano i peggiori evasori fiscali del mondo è un altro mito sfatato (per saperne di più, clicca qui).

Potremmo dire che in Italia si evade per... retaggio culturale?

 

Mito 4: gli italiani evadono per retaggio culturale

C'è spesso, in Italia, la sensazione che l'evasione fiscale sia un problema culturale "di noi italiani".

Ovvero che non pagare le tasse sia il risultato della nostra storia. Se ci può essere un po' di cultura e storia in questo atteggiamento fiscale, la ricerca in questione dà una risposta molto chiara sul motivo principale dell'evasione fiscale italiana: la quasi certezza di non essere puniti.

In Italia infatti si finisce in prigione per reati fiscali nello 0,4% dei casi. Contro una media UE del 4,1%, dieci volte superiore.

 

 

Screen Shot 2017-06-27 at 17.10.18.png

Ma  il numero di detenuti per per motivi fiscali fa capire ancora più chiaramente il motivo principale dell'atteggiamento dei contribuenti italiani nei confronti dell'evasione fiscale.

Italia: 156

Svizzera: 4.969

Germania: 8.601

Nella super-legale Svizzera ci sono 30 volte più detenuti fiscali che in Italia. E in Germania 55 volte di più.

L'evasione fiscale come retaggio culturale "italiano" e un altro mito da sfatare (confronta i dati approfonditi qui).

E arriviamo all'ultimo mito di questo articolo...

 

Mito 5: Gli italiani sono degli artisti della deduzione fiscale

L'ultima parte della ricerca è forse la più interessante e propone le risposte di un panel di possessori di partite IVA a domande sul fisco.

Tra le tanti risposte ce n'è un gruppo che appunto rovescia un ulteriore mito: l'italiano maestro nel pagare meno tasse.

Voglio infatti focalizzarmi sulle ultime risposte relative alla conoscenza di "come pagare meno tasse legalmente"

Gli imprenditori dicono:

 

 

  • La normativa sulle deduzioni fiscaliI non sono chiare o comprese (solo il 15,7% dice di comprenderle bene)

  • Il 60,6% crede di usare tutte le deduzioni fiscali consentite

  • Il 72% dice che se si potesse dedurre ogni spesa crollerebbe l'evasione

  • E il 55,9% (oltre uno su due) degli imprenditori dice che sarebbe per loro molto utile un corso su come pagare meno tasse in modo onesto e legale

I primi due dati sono in contrasto: meno di 1 imprenditore su 5 dice di capire bene la normativa fiscale sulle deduzioni, ma 3 su 5 pensano di dedurre tutto il possibile.

Da questo si capisce che la maggior parte degli imprenditori italiani oggi non risparmiano tutto quello che possono risparmiare sulle tasse, in modo onesto e legale.

E questo, oltre a essere l'ultimo mito sfatato è anche il motivo del successo di Escapologia Fiscale, il primo e unico corso in Italia che insegna agli imprenditori come pagare meno tasse possibile in modo onesto e legale.

Scopri tutti i dettagli di Escapologia Fiscale >>

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share

Post a Comment

Tags
Categorie
Fill out my online form.