Inserisci la tua mail qui sotto per accedere GRATIS al Video

Privacy - In Conformità alla legge D.Lgs. n.679/2016 i Tuoi dati non saranno MAI ceduti a terzi. ODIAMO LO SPAM QUANTO TE! 

Il Blog di Escapologia Fiscale

Reato tributario e delega cieca: Sappi che la colpa è del contribuente anche se "sbaglia" il commercialista

Reato tributario e delega cieca: Sappi che la colpa è del contribuente anche se

Non guardo molto la TV ma quando lo faccio uno dei miei programmi preferiti è quello delle Iene. Immaginate la mia felicità quando proprio loro mi hanno chiesto di fare un servizio sulla mia attività con il fine di aiutare una contribuente in difficoltà a causa dell'alto prelievo fiscale, contrapponendomi un alto dirigente dell'Agenzia delle Entrate che ha mostrato all'Italia come siano inattaccabili i segreti del mio corso. Questa è un’altra storia però, ho introdotto in questo articolo l'argomento perché in una recente puntata è stato mostrato come una Commercialista senza scrupoli abbia ridotto sul lastrico ben venti clienti "amici". Sottolineo amici perché nella donna i clienti erano soliti "riporre immensa fiducia", addirittura alcuni la consideravano "una di famiglia".

Questa donna, non voglio utilizzare più il termine commercialista per rispetto di un'intera categoria di lavoratori "onesti e professionali", in pratica raccoglieva le somme da versare all'erario da parte dei propri clienti, e in parte o totalmente non le versava. Lo poteva fare perché in molti casi (si evince dal video) la donna non presentava neanche le dichiarazioni dei redditi e dunque questi contribuenti erano semplicemente evasori totali e penalmente perseguibili dal Fisco Italiano.

Questo caso verrà seguito di certo dalle autorità competenti e dunque probabilmente vedremo altri sviluppi della storia, ma una domanda che mi è venuta in mente, come credo alla maggior parte degli italiani è stata: Se il commercialista sbaglia o truffa il suo cliente, alla fine è il contribuente ad essere considerato evasore? Può mai essere che lo stato Italiano sia talmente cieco da distruggere le vite di intere famiglie e lasciar vivere in modo naturale quasi avesse un'immunità, la donna truffatrice?

Reato tributario di chi la colpa?

Devi sapere che se hai fatto una delega al tuo commercialista per pagare le imposte, ed in possesso del documento che attesta tale delega ti senti tranquillo, tu resti comunque responsabile civilmente e penalmente delle SUE azioni. Qualora il commercialista delegato non adempia agli impegni presi, tu rimani il soggetto che ha commesso il reato e di conseguenza il soggetto che il Fisco verrà a cercare in caso di omessa o infedele dichiarazione dei redditi.

Il motivo è molto semplice, essendo l'omessa dichiarazione dei redditi riconducibile ad un reato omissivo proprio, l'Agenzia delle Entrate considera personale e NON delegabile il dovere di presentare tale documentazione.

A fare disciplina in materia c'è una recente sentenza della Cassazione (n. 18845 del 5 maggio 2016) con la quale un contribuente si è visto confermare il sequestro preventivo per il reato di omessa presentazione della dichiarazione dei redditi eccedenti i limiti minimi penalmente perseguibili.

Come difendersi

In questo caso più che dei segreti di un escapologo fiscale c'è bisogno di alzare il livello di attenzione nella gestione delle proprie finanze e di NON considerarsi mai sicuri al 100% quando si firmano deleghe a professionisti.

Se hai deleghe firmate a professionisti per versare somme di denaro, tra cui quella per presentare la dichiarazione dei redditi, senza rovinare i rapporti personali che intrattieni con tale professionista, controlla direttamente all'Agenzia delle Entrate la tua posizione fiscale. Puoi farlo recandoti di persona presso la sede dell'AdE più vicina munito di documenti d'identità.

O quanto meno, se non vuoi fare questo, chiedigli sempre copia degli invii effettuati o degli F24 quietanzati.

Con queste piccole precauzioni periodiche, puoi evitare spiacevoli sorprese da parte dell’AdE che ricorda, verrebbe a bussare alla tua porta…

Per concludere voglio spiegarti il perchè ho deciso di parlare di questo argomento, che effettivamente poco si lega all’escapologia fiscale.

L’ho fatto perché le spiacevoli conseguenze del comportamento della donna del servizio di “LE IENE” sono da ricercare nella “delega cieca”.

 

Cos'è la DELEGA CIECA?

 

La “delega cieca” è uno dei più grossi problemi in un’organizzazione imprenditoriale.

Non esiste delega sana senza l’opportuno CONTROLLO, una delega sulla fiducia è la certezza che qualcosa andrà storto, e questo è una delle motivazioni che mi ha spinto a creare il corso Escapologia Fiscale.

Attraverso i miei insegnamenti voglio fare in modo che gli imprenditori non siano più cieci davanti al fisco, costretti a delegare al proprio commercialista perché sopraffatti dall’ignoranza non saprebbero da che parte cominciare nel relazionarsi con esso.

La delega al proprio commercialista è fondamentale, perché altrimenti si sarebbe costretti a fare un mestiere che non è il proprio, ma avere le conoscenze per guidare e controllare il proprio commercialista è quello che rende l’imprenditore PADRONE della propria azienda. Come è giusto che sia, anche difronte al fisco.

Per questo esiste il corso Escapologia Fiscale e puoi trovarlo a questo link.

 

Share

Post a Comment

Tags
Categorie
Fill out my online form.